CBD, il suo uso per i gatti

0
14

This post is also available in: English Français Deutsch Español

Negli ultimi anni abbiamo assistito alla divulgazione di vari prodotti terapeutici con CBD (o “cannabidiolo”) elencato come ingrediente principale. Il CBD, derivato dalla cannabis, è un cannabinoide con proprietà calmanti e, a differenza del THC, non è psicotropo e crea dipendenza. Olio di CBD per gatti Sempre più persone usano il CBD sui loro animali domestici, in particolare sui gatti. Vediamo quali sono gli usi consigliati per i nostri amici felini.

Come funziona il CBD per i gatti?

Troviamo negli esseri umani un sistema endocannabinoide che funge da regolatore per funzioni fisiologiche critiche come l’immunità, l’umore, il sonno o persino il dolore. Si scopre che anche i gatti hanno questo sistema endocannabinoide. Esistono due tipi di recettori cannabinoidi nel corpo dei gatti. Il primo si trova nel cervello e nel sistema nervoso. L’altro si trova nelle sue cellule immunitarie e negli organi periferici, come lo stomaco o l’intestino. Quando consumiamo cannabis, i suoi composti attivi influenzano questi recettori e i gatti possono beneficiare degli effetti del CBD tanto rapidamente quanto noi, grazie a questi recettori.

I vantaggi del CBD per il tuo gatto

Anche se stiamo accumulando sempre di più. Prove sui numerosi vantaggi e potenziali applicazioni del CBD. La ricerca sulla cannabis come erba terapeutica è ancora relativamente recente. Alcune istituzioni stanno iniziando ad accettare. L’idea che una sostanza che è stata demonizzata. Da troppo tempo offre un pannello oggettivo di diverse soluzioni terapeutiche. Questo spiega perché non ci sono molti studi sul CBD nei gatti. Ma diversi aneddotici. E si possono trovare rapporti preliminari che ne attestano i benefici terapeutici.

Alcuni dei problemi di salute che il CBD può alleviare nei gatti. Includi gli effetti sul comportamento aggressivo. Perdita di appetito, ansia, stress o mancanza di energia. Sono stati inoltre osservati effetti benefici su disturbi come infiammazioni o infezioni.

Tuttavia, i proprietari di gatti attestano che l’olio di CBD porta buoni risultati in condizioni di salute più gravi: alcune malattie comuni nei gatti la cui causa è spesso correlata a problemi di infiammazione come artrite, pancreatite CBD Vape Pen , malattie infiammatorie intestinali o persino asma. Il CBD aiuta a trattare sia le cause che i sintomi di questi vari disturbi grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e analgesiche, per le quali è rinomato.

Si può anche immaginare che il CBD possa aiutare con problemi di convulsioni nei gatti, poiché siamo stati in grado di dimostrare che il CBD usa per trattare le convulsioni negli esseri umani, inclusa la sindrome di Dravet, una rara forma di epilessia.

Sapere come dosare il CBD per i gatti

Considerando la differenza di dimensioni tra gatti e umani, è naturale pensare che richiederanno una dose di CBD molto più bassa di noi. Se stai acquistando un prodotto CBD realizzato appositamente per i gatti, come l’olio, assicurati di leggere i consigli sul dosaggio forniti con il prodotto. Puoi anche utilizzare prodotti CBD progettati per gli esseri umani, assicurati di usare una dose ridotta sul tuo gatto. Si stima che una quantità ideale di CBD per un catbo scenda a 0,1-0,5 mg di CBD per kg. Alcuni disturbi possono far variare le dosi individuali del tuo gatto, così come altri fattori. Ricorda che il balsamo muscolare al CBD “non abbastanza” è meglio di “troppo”. Assicurati di iniziare con dosi più piccole e osserva come reagisce il tuo gatto.

Nei dosaggi consigliati in base ai disturbi si possono notare:

  • Artrite: 0,5 mg / kg due volte al giorno
  • Asma: 0,5 mg / kg due volte al giorno
  • Malattia infiammatoria intestinale: 0,2 mg / kg due volte al giorno
  • Pancreatite: 0,1 mg / kg due volte al giorno. Aumentare gradualmente fino a 0,5 mg / kg due volte al giorno
  • Infezioni croniche del tratto respiratorio superiore: 5 mg / kg due volte al giorno
  • Convulsioni: 0,5 mg / kg due volte al giorno. Aumenta gradualmente, tenendo presente che la dose massima per trattare le convulsioni può essere fino a 3 mg di CBD per kg per il tuo gatto.

È essenziale sapere che il CBD di solito non funziona all’istante. A volte possono essere necessarie diverse settimane prima di poter osservare gli effetti del CBD sull’animale. Quindi, quando amministri il CBD, mantieni la pazienza e rimani coerente. La supervisione del tuo gatto ti aiuta a determinare la dose ottimale nel tempo. In genere, si consiglia di attendere una o due settimane prima di aumentare gli importi. Assicurati di ripetere questo processo mentre segui i consigli finché non vedi gli effetti desiderati.

Ci sono effetti collaterali di per i gatti?

Se segui i dosaggi delineati nel paragrafo precedente, non dovrebbero esserci effetti collaterali negativi quando dai al tuo gatto l’olio di CBD. Una grande quantità può causare gli stessi effetti di un sedativo nei gatti, ma niente di potenzialmente letale.

Anche se il CBD è inizialmente innocuo da consumare, dovresti sapere che non dovresti mai somministrare il succo di vape di cannabis CBD oi suoi prodotti derivati ​​contenenti THC. I gatti sono ancora più sensibili al THC rispetto agli umani. Anche se l’alto effetto del THC è ricreativo negli esseri umani, il tuo gatto lo troverà molto sgradevole.

Molti proprietari di animali domestici riferiscono che la salute e il benessere dei loro gatti sono notevolmente migliorati con l’uso dell’olio di CBD. Ciò suggerisce che il CBD può essere un modo efficace e sicuro per trattare il tuo gatto per varie condizioni di salute. Quindi prova a somministrare l’olio di CBD al tuo gatto e lascia che i risultati parlino da soli!

READ  CBD per l'ansia: cosa capire

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here