Cos’è la canapa? Cosa dovrei sapere su questa pianta?

0
7

Cos’è la canapa?

Una base fedele per la coltivazione di piante di cannabis e la produzione di prodotti CBD è una pianta poco conosciuta con molti vantaggi. Semplice da coltivare, che richiede poca “manutenzione”, è una pianta che porta la sua quota di benefici per l’organismo. Tuttavia, nonostante questi evidenti punti positivi, la coltivazione rimane molto regolamentata e il suo utilizzo è strettamente regolamentato. Ti invitiamo a scoprire una pianta in modo più dettagliato, Cos’è la Canapa attraverso la sua storia, le sue variazioni ei suoi limiti, nel resto di questa guida completa sul cannabidiolo.

Una breve storia della pianta di canapa

– Canapa, mille

– storia di un anno – Una pianta essenziale per le società

Coltivazione della canapa

– Come viene coltivata la canapa?

– Attenzione ai parassiti e ai parassiti

– Ragni rossi, bruchi, afidi: quale minaccia per la canapa?

Quali sono i vantaggi della canapa?

– Quali sono i contributi del seme di canapa?

– I benefici naturali della canapa

Canapa, la base dei prodotti CBD

– Quale prodotto CBD scegliere?

– Come consumare la canapa

– Quali sono gli effetti dei prodotti CBD

Canapa in Francia e in Europa

– La canapa in Francia, una storia che risale

– Cannabis Sativa, un raccolto del futuro?

– Aggiornamento sulla coltivazione della canapa in Francia

– Dopo la canapa, la cannabis terapeutica?

– Qual è l’interesse della Francia per la canapa?

– Canapa, una pianta dalle virtù ecologiche

– In Francia, la canapa deve affrontare alcuni

Barriere GreenOwl e prodotti di canapa

storia della canapa 

Un po ‘di storia della pianta di canapa

Canapa, una storia millenaria

Per quanto possa sembrare incredibile, è una varietà che occupa un posto speciale nella nostra storia: è semplicemente una delle prime che siamo stati in grado di padroneggiare. Ad esempio, sapevi che dall’età neolitica (da -6000 a -2000 a.C.), gli esseri umani coltivavano cannabis Sativa nel continente asiatico? Considerato abbastanza semplice da gestire, accompagna poi gli esploratori di tutto il mondo e si trova gradualmente disseminato in tutto il pianeta. 

L’evoluzione significa che all’inizio del VI secolo la pianta diventa uno dei pilastri dell’economia. È usato come tessuto e viene usato per fare vestiti. Perché l’olio di CBD è diventato così popolare ? Le fibre della pianta sono robuste, flessibili. Pertanto, è la materia prima perfetta per l’abbigliamento. L’uso del tessuto continua e nel Medioevo furono i grandi signori a beneficiarne in Europa. Ma questa pianta si sta rivelando più utile del previsto. Gutenberg è accreditato dell’uso della carta per eseguire la prima impressione nel 1450.

Canapa, una pianta essenziale per le società

In alcune popolazioni la canapa è vista anche come uno strumento essenziale per un rito funebre. In effetti, se nell’antica Cina o anche in Russia era un tempo, veniva bruciato durante le cerimonie funebri. Questo ha poi permesso ai vivi di entrare in contatto con la persona amata defunta. La canapa ha avuto un posto importante nella società per diversi secoli.

Semplice da coltivare, accessibile, abbonda e cresce quasi ovunque. Nonostante tutto, l’arrivo del cotone e l’eccessiva industrializzazione portano alla sua caduta. Queste fibre sono utilizzate anche per realizzare corde e corde per carichi pesanti. Con la marina e lo sviluppo del commercio internazionale, la fibra è in forte espansione con la produzione di corde per navi.

Pianta di canapa

Coltivazione della canapa

Come coltivare la canapa?

Come abbiamo visto, coltivare la canapa o la cannabis Sativa è relativamente facile, con la semina effettuata tra marzo e aprile. Pochi mesi dopo, la raccolta avviene tra settembre e ottobre, con un periodo di crescita consistente tra giugno e agosto. La canapa richiede poca acqua e quindi non ha bisogno di essere monitorata continuamente, anche se, ovviamente, bisogna stare attenti a parassiti e predatori. Un altro punto interessante della sua cultura si nutre, a volte immergendosi fino a 2 metri di profondità per trovare i nutrienti necessari per il suo corretto sviluppo. In superficie la pianta può raggiungere i 3 metri di altezza. 

Sulla superficie

Tuttavia, non tutto è roseo e alcuni vincoli devono essere presi in considerazione. All’interno dell’Unione europea non è possibile coltivare una varietà qualsiasi di. Solo una trentina di tipi diversi sono autorizzati per la produzione, che ha solo meno dello 0,2% di contenuto di THC. Il secondo punto da tenere in considerazione, il raccolto. Oggi, questi sono resi più semplici grazie a strumenti più robusti e produttivi. Tuttavia, le fibre della pianta sono robuste. Vengono portati a grippare negli ingranaggi di una macchina e provocano alcuni problemi meccanici molto spiacevoli e la distruzione di chilogrammi.

Fai attenzione a parassiti e parassiti.

Purtroppo, come tutte le piante, non è impermeabile a parassiti e parassiti. Alcuni, come il minatore di foglie, possono danneggiare una piantagione. Queste mosche depongono le uova nelle foglie della pianta. Le larve escono e si nutrono, scavano piccole gallerie all’interno di queste stesse foglie. Questi tunnel sono visibili ad occhio nudo poiché brevi linee marroni compaiono sulla superficie delle foglie. Le larve devono quindi essere rimosse prima che danneggino un po ‘troppo le piante. Per fare questo, due tecniche: a mano, seguendo i sentieri, oppure utilizzando un insetticida.

Ragni rossi, bruchi, afidi: quale minaccia per la canapa?

Un’altra minaccia è quella rappresentata dai ragni rossi. Questi aracnidi succhiano la linfa dalle foglie della pianta fino alla completa devitalizzazione. In gruppi, questi ragni possono arrivare a distruggere un’intera piantagione nello spazio di una sera. Riconosciamo il suo passaggio grazie ai segni bianchi che lascia sulle foglie. 

Questi due parassiti non sono gli unici a prendere di mira. Bruchi o afidi danneggiano gravemente le piante. È anche interessante notare che i tripidi o le mosche bianche possono anche distruggere le piantagioni. Alcuni vermi, come il nematode, sono anche responsabili della distruzione di chilogrammi di piante. In altre parole, devi prestare particolare attenzione alle tue piante per assicurarti che possano crescere in condizioni eccellenti.

Quali sono i vantaggi dell’olio di canapa?

Il Cbd C è cosa

Studio dei benefici naturali dell’olio di canapa

La Canapa (Cannabis Sativa) è una pianta dalle molteplici proprietà. In effetti, è relativamente ricco di vitamina E, una vitamina con potere antiossidante. La canapa è così ricca che un solo cucchiaio del suo olio fornisce al corpo la sua dose giornaliera raccomandata! 

Ma a cosa serve esattamente questa vitamina E? 

La vitamina E aiuta a combattere la proliferazione dei radicali liberi, un fattore di stress, ansia e aumento dell’invecchiamento di alcune cellule umane. Infine, un apporto regolare di vitamina E può ridurre notevolmente i rischi associati ad alcune malattie, come il cancro alla prostata.

Quali sono i vantaggi dei semi di canapa?

L’olio di canapa, ottenuto dal seme di canapa, il grano, è anche ricco di proteine. I chénevis che lo compongono contengono infatti fino al 30% di proteine ​​vegetali. Queste proteine ​​contengono otto amminoacidi essenziali, che non sono prodotti dall’organismo ma necessari. Di solito, questi amminoacidi sono forniti dagli alimenti che mangiamo. L’olio di canapa, quindi, permette di colmare alcune carenze.

Tuttavia, l’azione degli oli a base di canapa non si ferma a questo unico apporto di vitamina E e proteine. I semi sono ricchi di acidi grassi insaturi, così come di omega 3 e 6. Questi omega consentono di combattere più efficacemente il colesterolo cattivo. Allo stesso tempo, può aiutare a rafforzare il sistema immunitario e ridurre i rischi associati allo sviluppo di malattie cardiovascolari. Questi semi di canapa sono pieni di benefici.

Terpeni di cannabis CBD

Canapa, la base dei prodotti CBD

La canapa si trova anche nei prodotti a base di cannabidiolo. Si tratta di prodotti contenenti cannabidiolo, una molecola che vediamo nella pianta di cannabis o nella pianta. Il consumo dei prodotti CBD non ha effetti psicotropi, a differenza del THC, l’agente attivo della cannabis. 

In quanto tale, il cannabidiolo non è nell’elenco dei narcotici del governo. La sua vendita, acquisto e consumo sono autorizzati a condizione che il prodotto finito abbia solo una bassa concentrazione di THC, inferiore allo 0,2%. Questa domanda è disciplinata in Francia dall’articolo R.5132-86 del codice della sanità pubblica.

Quale prodotto CBD scegliere?

Un altro punto che dovrebbe essere sottolineato è che questo consumo di cannabinoidi non causa effetti collaterali gravi. Tuttavia, alcuni disturbi, come nausea o anche vertigini o diarrea, possono verificarsi in caso di consumo eccessivo. È quindi necessario prestare particolare attenzione a come si consuma.

In effetti, consiglia di consumare il CBD gradualmente, iniziando con piccole dosi, prima di aumentarle gradualmente. È anche ampiamente riconosciuto in bellezza e cosmetici per i suoi benefici sulla pelle e sulle malattie della pelle. Il cannabidiolo nei prodotti è sempre più richiesto dalle star.

Come consumare la canapa?

I prodotti CBD sono disponibili in molte forme, a partire dagli oli CBD. Questi vengono presi per via sublinguale, l’ olio di CBD per il dolore e come usarlo posizionando due o tre gocce sotto la lingua. Gli effetti sublinguali si manifestano rapidamente, tra 5 e 20 minuti, per 2 o 3 ore. Il cannabidiolo è anche disponibile sulla nostra piattaforma come fiore. Questi fiori si consumano per infusione, ingestione o vaporizzazione. Esistono anche prodotti sotto forma di e-liquid per vaporizzare le proprie sigarette elettroniche in modo discreto o sotto forma di cosmetici.

Esistono diversi modi per consumare il CBD, anche se non tutti hanno efficacia o tempi di azione simili. In effetti, gli effetti saranno dichiarati più rapidamente per via sublinguale che per ingestione perché il CBD non passa attraverso la scatola di digestione. Infine, la questione della sicurezza è essenziale. Infatti, il consumo per combustione (fumare uno spinello con grammi di fiori) implica che i polmoni siano direttamente mirati. A lungo termine, questo modo di consumare promuove patologie gravi, come il cancro ai polmoni. Tuttavia, i prodotti derivati ​​possono essere consumati discretamente, regolarmente, senza causare gravi effetti collaterali.

Quali sono gli effetti dei prodotti CBD?

Oli, fiori, e-liquid o cosmetici, i prodotti a base di canapa hanno diversi effetti sull’organismo, a partire da quelli contro lo stress e, più in generale, l’ansia e anche la depressione. Puoi trovare ulteriori informazioni nel nostro post sul blog sui risultati del CBD.

Il divieto di Cbd Jugee Illegale da parte di Cue 3

Canapa, in Francia e in Europa

Il mondo sta attualmente affrontando una crisi economica e sanitaria senza precedenti. Le imprese chiudono, la malattia rallenta l’economia e il morale dei cittadini è ai minimi storici. È quindi essenziale trovare nuove opportunità. Diversi piani di sostegno e ripresa sono stati annunciati dai Ministeri del Lavoro o dell’Economia. Tuttavia, un argomento è raramente menzionato: quello dell’agricoltura.

Che peccato quando sappiamo che la coltivazione industriale potrebbe aprire nuove porte, purché più flessibile. Con un po ‘più di apertura, il settore della cannabis Sativa potrebbe sollevare l’economia e offrire nuove prospettive, soprattutto perché il paese è il secondo più grande produttore di prodotti industriali al mondo, dietro la Cina. Nonostante tutto, niente aiuta. Le barriere sono ancora numerose.

Francia e canapa, una storia che risale

In Francia ci troviamo di fronte a una situazione insolita e paradossale. In effetti, il paese è il secondo più grande produttore al mondo, dietro la Cina. Tuttavia, molti prodotti a base di canapa vietano la produzione e il consumo. Allo stesso modo, alcune parti del divieto per l’uso, come i fiori. Con noi vengono conservati solo i gambi. Tutto il resto viene buttato via.

Canapa ricreativa

Ma perché? Il governo sta cercando di farci capire la differenza tra canapa industriale e canapa ricreativa. L’industriale riguarda le diverse parti utilizzate per l’industria, come gli steli. Il governo considera i fiori ricreativi, tuttavia il contenuto di THC delle varietà autorizzate è inferiore allo 0,2%, che è il tasso legalmente autorizzato.

Cannabis Sativa, una cultura del futuro?

Una situazione difficile da capire, soprattutto quando si studia la storia di questa pianta in Francia, è che occupa un posto speciale. In effetti, dal 19 ° secolo, il paese aveva fino a 3.000.000 di ettari di questa stessa pianta. Ancora più incredibile, il porto di Marsiglia considera da alcuni anni uno dei principali canali per il commercio della canapa nel mondo.

Purtroppo l’industrializzazione osservata nel XX secolo avrà la meglio sulla canapa, che via via accantonata al punto che la sua produzione precipita. Negli ultimi anni si è assistito a una ripresa di interesse ragionevolmente evidente per questa pianta. Nel 2017 con quasi 17.000 ettari di colture di canapa in Francia per poco più di 33.000 ettari in Europa.

Aggiornamento sulla coltivazione della canapa in Francia

In Francia, la coltivazione industriale della canapa diretta disciplinata dalla legislazione europea. Il diritto europeo quindi prevale. Nessuna questione, quindi, di coltivare canapa che non rispetti la sentenza. Tra le regole da seguire: poche decine di varietà consentono a tutte di contenere meno dello 0,2% di THC. Allo stesso modo, la canapa autorizzata deve essere di origine europea. La coltivazione della canapa americana è quindi esclusa!

Dopo la canapa, la cannabis terapeutica?

Oggi, il settore della canapa in Francia rappresenta 1.538 posti di lavoro. Ma con incredibili possibilità di sviluppo, questo settore e quello del cannabidiolo possono permettere di intravedere nuove opportunità? Da un punto di vista economico la risposta è sì. In effetti, il mercato francese è ancora troppo vincolante e non sta sfruttando appieno il suo potenziale, tutt’altro.

Da un punto di vista sociale, invece, la situazione è diversa. Il dibattito sulla depenalizzazione della cannabis terapeutica è appena iniziato. L’ANSM ha confermato che entro marzo 2021 potrebbe finalmente iniziare la significativa consultazione sull’uso della cannabis medica. Infine, sempre più persone vogliono rivolgersi a soluzioni terapeutiche naturali. La canapa, la cannabis potrebbe aiutare. 

Qual è l’interesse della Francia per la canapa?

La canapa è così essenziale per la Francia che il paese è uno dei motori significativi della sua cultura. In effetti, questo è un motore economico, ecologico e pratico. Innanzitutto, da un punto di vista economico, la resa di una singola tonnellata di canapa è relativamente impressionante. Infatti, rivende in media, tra 800 e 1.000 euro. In confronto, una tonnellata di paglia si vende a circa 130 euro. L’interesse economico è quindi molto più interessante per generare nuovo reddito o reddito più elevato.

Canapa, una pianta dalle virtù ecologiche

Dal punto di vista ecologico, è una pianta che non necessita di molte attenzioni. CBD per l’ansia cosa realizzare Come abbiamo visto, la canapa non ha bisogno di acqua tra giugno e agosto. Allo stesso modo, non richiede alcuna sostanza chimica per crescere.

Ma non è tutto. Infatti, la canapa (cannabis Sativa):

Rende i terreni più fertili. La paglia può quindi piantare per raccolti sempre più interessanti.

I semi di canapa (semi di canapa) possono essere utilizzati per le piantine per nutrire gli animali e, a loro volta, gli esseri umani, che beneficiano di più materiale organico.

La canapa è disponibile sui nostri piatti anche sotto forma di olio.

La pianta di cannabis Sativa utilizza nell’industria tessile per realizzare vestiti o anche lenzuola, come abbiamo visto.

Anche l’edilizia beneficia delle peculiarità dell’impianto, tra lo sviluppo dell’eco-costruzione e dei muri in cemento.

Capirai, è una pianta di cui tutti i componenti possono servire a vari interessi.

In Francia, la canapa deve affrontare alcune barriere.

Tuttavia, in Francia, la coltivazione incontra alcune barriere. In effetti, i governi successivi non sembrano essere favorevoli a un’apertura totale della produzione. Sebbene agisca già come leader europeo, la Francia potrebbe fare molto di più nella canapa e nella cannabis legale. In effetti, il cannabidiolo o anche la cannabis terapeutica non è ancora autorizzato.

Pertanto, la produzione di fiori di canapa o cannabis potrebbe essere esponenziale dal momento in cui le politiche si aprono al dibattito. Tuttavia, la situazione sembra cambiare. Durante l’anno, i funzionari eletti ansiosi di vedere crescere il settore hanno invitato l’esecutivo a rivedere la sua posizione. Guardando più da vicino, possiamo vedere che genererebbe circa 80.000 posti di lavoro aggiuntivi e porterebbe allo Stato quasi 3 miliardi di euro all’anno.

READ  Rete sociale aziendale di cannabis

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here